Skip to content Skip to footer
vietnam

Città dell'isola di Phu Quoc

kien giang

Città dell'isola di Phu Quoc

phuquoc

L’isola più grande del Vietnam e la prima città insulare

L’antico villaggio di pescatori di Phu Quoc è famoso in tutto il mondo per la salsa di pesce, il pepe, gli anacardi e la durezza della prigione di Phu Quoc durante la guerra contro la Francia e gli Stati Uniti. La prima città insulare del Vietnam, Phu Quoc, oggi ha molte risorse turistiche come foreste, mare e villaggi di pescatori, lunghe spiagge di sabbia bianca, clima mite e una destinazione per tutto l’anno. Ora è la principale destinazione turistica emergente in Vietnam, paragonabile alle migliori destinazioni per le vacanze al mare nel sud-est asiatico come Bali (Indonesia) e PhuKet (Thailandia) e sempre più le vacanze marittime di lusso per i viaggiatori di lusso.

Dominata l’Isola delle Perle con 22 isole e una costa lunga 150 km, dotata di molte belle spiagge, Phu Quoc è stata votata dalla rivista Forbes (USA) come una delle 6 spiagge più belle del pianeta. Il media americano CNN ha recentemente votato Phu Quoc come una delle migliori destinazioni in Asia nel 2019 e tra le prime 5 destinazioni autunnali in Asia – Pacifico. La prestigiosa rivista americana Time ha anche classificato “Pearl Island” tra le prime 100 destinazioni del mondo nel 2021. Nel 2006, la riserva della biosfera costiera e marina di Kien Giang, tra cui Phu Quoc, è stata riconosciuta dall’UNESCO come area di riserva della biosfera mondiale. Phu Quoc ha molte belle spiagge che si estendono dal nord dell’isola al sud dell’isola, con 99 montagne e colline e foreste vergini con una ricca flora e fauna.

Phu Quoc è un paradiso tropicale.

L’isola di Pearl, situata nel Golfo di Thailandia, è un arcipelago con 22 isole grandi e piccole, di cui l’isola più grande ha una superficie di ​​567km2, popolazione di 200.000 persone (2021), la lunghezza da nord a sud dell’isola è di 49 km, equivalente all’area dell’isola statale di Singapore e più grande dell’isola di Cat Ba nel nord del Vietnam. L’intero arcipelago di Phu Quoc ha una superficie di 589,23 km², situato a 120 km dalla città di Rach Gia e 45 km dalla città di Ha Tien. Solo 60 minuti di volo da Saigon a Phu Quoc, quindi questa è la fuga di Saigonese per le vacanze del fine settimana.

Guardando la mappa, Phu Quoc è il centro del sud-est asiatico. Grazie alle condizioni naturali favorevoli, con un clima mite, Phu Quoc sta gradualmente diventando un nuovo paradiso turistico del mondo, attirando un gran numero di investitori nazionali e internazionali. Phu Quoc è una destinazione tutto l’anno da ottobre a maggio per i visitatori internazionali, da giugno a settembre è il picco per i vacanzieri estivi vietnamiti. La stagione delle tempeste cade nei mesi estivi, con forti venti e grandi onde da luglio a ottobre di ogni anno.

Il nord dell’isola ha foreste primordiali, bellissime spiagge sabbiose incontaminate,Ganh Dau, villaggi di pescatori Rach Vem, Rach Tram, Bai Thom, Hon Mot. Le aree di golf e safari sono su questo lato. L’aeroporto internazionale di Phu Quoc si trova nel centro dell’isola, la parte orientale dell’isola di Phu Quoc è meno sviluppata con il villaggio di pescatori di Ham Ninh e bellissime spiagge come Bai Sao e Bai Khem. Il villaggio di pescatori di Ham Ninh è un antico villaggio che esiste ancora oggi.

L’Occidente ha il maggior numero di infrastrutture, porti marittimi turistici internazionali e paesaggi con il centro amministrativo della città Duong Dong. I resort sono concentrati lungo questo ovest, in particolare Bai Truong, con molti nuovi resort di lusso. A sud dell’isola di Phu Quoc, ci sono 12 diverse isole grandi e piccole nell’arcipelago di An Thoi, come Hon Thom, Hon Mong Tay, Hon Gam Ghi, Hon May Rut, Hon Xuong, ecc. Lo stretto più profondo raggiunge i 60 m. Mui Ong Dia o Ong Dia Cape è l’unico posto in Vietnam che può vedere sia l’alba che il tramonto nello stesso punto. Una funivia che collega le isole si trova a sud dell’isola di Phu Quoc.

Questo è un luogo ideale per l’esplorazione della natura e le attività marine come lo yachting, la pesca, il kayak, lo snorkeling e l’esplorazione dell’isola disabitata di Hon Xuong come Robinson Crusoe negli isolotti nel sud parte di quest’isola. Crociere come Emperor Cruises Phu Quoc sono il mezzo migliore per esplorare la natura selvaggiadel mare azzurro, sabbia bianca e sole tutto l’anno, kayak alla scoperta delle varie isole rocciose, snorkeling e osservazione delle barriere coralline, l’incredibile vita marina o semplicemente rilassarsi o perdersi sulle sabbie incontaminate e sui migliori momenti del tramonto quando si arriva a Phu Quoc isola delle perle.

Phu Quoc è famosa per i turisti provenienti da tutto il paese ea livello internazionale. Questo non solo perché Phu Quoc è un’isola bellissima, ma contiene anche molti misteri in attesa che i viaggiatori scoprano, si rilassino, si divertano e si immergano nella natura. Oltre al forte sviluppo del turismo turistico confermato, Phu Quoc è anche una destinazione ideale per attività per esplorare la natura, i mari esotici e le isole che possono distrarre i visitatori. Vieni in questa bellissima città insulare e naviga ad arte per toccare la natura selvaggia e goderti ogni singolo momento sulla nostra Emperor Cruises Phu Quoc.

Secondo le statistiche, il numero di turisti accolti a Phu Quoc nel 2019 è stato di oltre 5 milioni, con un aumento del 26,9% rispetto al 2018, di cui i visitatori internazionali hanno raggiunto 772.000 arrivi, un aumento del 15%. Rispetto allo scorso anno.

Con lo sviluppo sincrono di infrastrutture, aeroporti, porti marittimi, località turistiche, ristoranti, hotel, aree di intrattenimento e vivaci attività della vita notturna, Phu Quoc è una destinazione tutto l’anno, 24 ore su 24, 7 giorni su 7 insonne.

A partire da settembre 2021, Phu Quoc ha 16 hotel a 5 stelle, 7 hotel a 4 stelle, 7 hotel a 3 stelle e molte altre strutture ricettive; il numero totale di camere è fino a 20.000.

Molti resort su larga scala sono in via di completamento, sull’isola sono state costruite aree di intrattenimento. Il più grande centro commerciale duty-free del Vietnam è previsto anche vicino all’aeroporto di Phu Quoc.

Crescita del 35% del numero annuo di clienti, sia internazionali che nazionali. Si può notare che, dal 2014 al 2019, il numero medio di turisti a Phu Quoc è aumentato del 35% ogni anno. Se calcolata in base a questo tasso di crescita, nel 2025 Phu Quoc accoglierà quasi 16 milioni di visitatori.

Guardando indietro di 10 anni fa, Phu Quoc nel subconscio dei turisti è solo un’isola con una bellezza selvaggia e pacifica che la natura ha donato. Pertanto, sebbene sia considerata l’isola delle perle del Vietnam, il numero di visitatori di Phu Quoc ha raggiunto solo poco più di 300.000 nel 2012. Tuttavia, dal 2014, questo numero ha avuto una crescita spettacolare.

In soli 5 anni dal 2014, alla fine del 2019 prima dello scoppio del Covid 19, il tasso di crescita del turismo di Phu Quoc è aumentato di 10 volte. Da meno di 1 milione di visitatori, entro il 2019, Phu Quoc ha accolto più di 5 milioni di visitatori internazionali e nazionali.

Anche nel 2020, quando l’epidemia di Covid-19 si era diffusa in tutto il mondo, provocando un forte impatto sull’industria turistica mondiale, Phu Quoc era ancora considerata una terra sicura, e divenne meta ambita da molti turisti. I turisti domestici hanno scelto di rimanere in spiaggia, esplorare e sperimentare.

Entro il 2025, per diventare una destinazione leader nel sud-est asiatico come PhuKet e Bali, il numero di turisti deve aumentare di giorno in giorno, raggiungendo 16-20 milioni di visitatori per anno.

Il potenziale per crociere e yacht è ottimo per soddisfare le attività di relax, visitare il mare e le isole a sud dell’isola, vivere il tour notturno al tramonto, ascoltare musica, divertirsi cocktail e cenare galleggiando in mezzo al mare.

Il desiderio degli ospiti di alta classe di pernottare sta aumentando di giorno in giorno ed è una tendenza, creando un prodotto turistico ricco e diversificato per Phu Quoc, attirando ospiti con un’elevata convenienza, a lungo rimanere e trovare nuove esperienze.

I turisti possono fare una crociera da Ha Long o Hai Phong lungo la costa del Vietnam e terminare il viaggio di telerilevamento vietnamita al porto internazionale per passeggeri di Phu Quoc. Abbiamo in programma di costruire una flotta di 10 crociere e yacht a Phu Quoc.

Un passo verso ovunque

La sera dell’8 gennaio 2021, i fuochi d’artificio sono esplosi nel cielo di South Pearl Island. Phu Quoc divenne ufficialmente la prima città insulare del Vietnam. Duong Dong non è solo il centro amministrativo della città dell’isola di Phu Quoc, ma anche un’attraente meta di ristoranti e divertimenti per i turisti di quest’isola. Se sei mai stato a Bali (Indonesia), la vivace zona di Duong Dong è come Kuta, o Patong Beach, Phu Ket (Thailandia) può essere immaginata da stranieri e principianti.

In quanto capitale di Phu Quoc, il centro di Duong Dong diventa una destinazione da non perdere per i turisti che viaggiano a Pearl Island. Duong Dong si trova nel nord-ovest, è posizionato centralmente e adiacente a molte aree chiave di Phu Quoc. Duong Dong si trova a 10 km dall’aeroporto internazionale di Phu Quoc. La strada dall’aeroporto a Duong Dong si chiama Tran Hung Dao. È una strada marittima, quindi ci sono molti ristoranti, hotel, bar, caffè, mercati e aree commerciali.

Duong Dong si trova a circa 30 km su strada dalla città di An Thoi e a 16 km dal complesso turistico Vinpearl di Vingroup (Ganh Dau). La città di Duong Dong si trova a circa 30 km da Bai Kem, dove si trova il Sun Premier Village Kem Beach Resort. Duong Dong è anche molto comodo per raggiungere le famose attrazioni di Phu Quoc come il villaggio di pescatori di Ham Ninh, il parco nazionale di Phu Quoc o il Da Ban Stream.

Come arrivare a Duong Dong?

Attualmente, ci sono molti voli diretti per l’aeroporto di Phu Quoc. L’aeroporto di Phu Quoc si trova nella zona centrale ea soli 10 km dalla città di Duong Dong. Dopo essere arrivati ​​all’aeroporto di Phu Quoc, i visitatori possono scegliere di prendere facilmente un taxi o un autobus per la città di Duong Dong.

Se prendi un motoscafo da Ha Tien, attraccherai al porto di Phu Quoc vicino al villaggio di pescatori di Ham Ninh, a circa 14 km dalla città di Duong Dong. Se prendi un treno ad alta velocità da Rach Gia, attraccherai al porto di Phu Quoc vicino alla città di An Thoi, a quasi 30 km da Duong Dong. Il porto passeggeri di Phu Quoc è stato appena completato sulla costa occidentale, molto centrale per i pedoni.

Dal centro, ci sono 2 direzioni principali per Bai Sao. La prima direzione è molto comoda e veloce, che è dal centro città, prendere via Tan Hung Dao, girare nell’aeroporto di Phu Quoc (non entrando nell’area dell’aeroporto) e proseguire dritto, quindi girare a destra sulla strada provinciale 46 che corre per circa 17 km fino a Cau Mercato di Sau, nota che in cima al pendio non appena attraversi il mercato, c’è un cartello per Bai Sao.

La seconda direzione è un po’ più lontana ma più facile da percorrere, è dalla città di Duong Dong, segui la strada 30 aprile oltre Suoi Tranh per circa 200 metri fino a una rotonda, quindi svolta a destra all’incrocio prima uscita per immettersi sulla strada provinciale 46. Proseguire dritto. Vai al mercato di Cau Sau, svolta e percorri circa 2 km fino alla spiaggia di Sao.

Inoltre, da Duong Dong, segui la TL47 a sud dell’isola, quindi prosegui verso est per raggiungere il villaggio di pescatori di Ham Ninh. Un altro modo è viaggiare in motoscafo Superdong da Rach Gia al porto di Bai Vong, quindi prendere un taxi o un mototaxi fino al villaggio di pescatori a soli 4 km dal porto.

Attrazioni turistiche a Duong Dong

Il centro di Duong Dong è il luogo più densamente popolato di Phu Quoc, con circa 200.000 persone. Venendo a Duong Dong, i visitatori impareranno a conoscere la cultura, la cucina e la vita delle popolazioni indigene.

Mercato di Duong Dong – vivace ogni mattina

Il mercato di Duong Dong si trova proprio accanto alla foce del mare, proprio nel centro della città, ed è il mercato più grande dell’isola di Ngoc. In ogni stagione, tutti i prodotti di Phu Quoc possono essere trovati qui. Ma la cosa più impressionante è il pesce fresco con prezzi estremamente ragionevoli e lo stile di vendita onesto e semplice della gente dell’isola. Molte persone hanno detto che non sanno cosa comprare qui perché ci sono troppe scelte.

Le bancarelle di frutti di mare sono sempre affollate di acquirenti e venditori, confezionati in scatole di polistirolo da portare come regali sulla terraferma. Il mercato vende anche frutti di mare prelavorati ed essiccati, quindi è molto conveniente acquistarli come regali.

Mercato di Duong Dong: una destinazione da non perdere per gli amanti del pesce

Al mattino, il mercato di Duong Dong si concentra sulla vendita di specialità di Phu Quoc. Questi piatti non si trovano in altri ristoranti dell’isola. I visitatori possono gustare ottimi piatti. Il mercato di Duong Dong sarà il luogo ideale per i visitatori per scoprire e sperimentare la cucina locale.

Dinh Cau – simbolo spirituale della popolazione locale

Gli abitanti di Phu Quoc sono per lo più pescatori che si aggrappano al mare giorno e notte, sperando sempre in un mare pacifico per l’intera partita di pesce e gamberetti. Pertanto, Dinh Cau è diventato un simbolo delle credenze indigene, la gente del posto viene spesso a bruciare incenso e pregare per pacifici viaggi in mare.

Dinh Cau si trova sotto un baldacchino di alberi secolari su una scogliera con una strana forma protesa verso il mare. Si tratta di un semplice santuario antico e piuttosto piccolo rispetto all’ambiente maestoso, l’architettura attuale è stata rinnovata negli ultimi anni. Visitando Dinh Cau, i visitatori capiranno in parte la vita spirituale dei pescatori di mare.

Soprattutto al tramonto, la vista da Dinh Cau sarà una scena magnifica, l’intero mare e il cielo diventeranno di un giallo scuro e le onde si precipiteranno e brilleranno con la fresca brezza marina…< /p>

Barriera per la produzione di salsa di pesce – Specialità di Phu Quoc da non perdere

Nel centro di Duong Dong, ci sono molti stabilimenti che producono salsa di pesce, una specialità che non può essere ignorata quando si viene a Phu Quoc. Per soddisfare le esigenze del turismo e promuovere le specialità locali, oltre alla funzione di produzione, queste botti di legno sono aperte anche ai visitatori. I visitatori potranno assistere con i propri occhi al processo di produzione della salsa di pesce e acquistare la salsa di pesce in regalo nel luogo di produzione.

Mercato notturno di Phu Quoc

Il mercato notturno di Phu Quoc serve principalmente turisti con souvenir e cucina locale. Il mercato notturno inizia ad essere operativo dalle 15:00 alle 23:00, nei fine settimana i visitatori devono sgomitare tra loro fino al punto di “sudare” per poter visitare questo mercato notturno.

Mercato notturno di Phu Quoc al Duong Dong Center – Il paradiso del cibo

Venendo al mercato notturno di Phu Quoc, i visitatori hanno l’imbarazzo della scelta con i loro piatti preferiti con una varietà di frutti di mare freschi. Molti souvenir sono realizzati dai creativi prodotti marini degli isolani che i visitatori possono visitare qui. Il trambusto del mercato notturno di Phu Quoc è un simbolo della vita dinamica e gioiosa di un quartiere insulare situato a 120 km dalla città di Rach Gia.

Cosa mangiare?

Duong Dong Phu Quoc è famoso per i piatti deliziosi e le specialità con il respiro dell’isola. Un elenco di piatti deliziosi che dovresti provare: zuppa di torta di granchio, zuppa di torta di sgombro, zuppa di noodle ai frutti di mare, calamari alla griglia, granchio, zuppa acida di cobia o vermicelli con pollo, sgombro grigliato, pelle di manzo grigliata, insalata di aringhe grigliate, ricci di mare alla griglia e vari tipi di deliziose vongole fritte, ostriche e lumache di mare.

Dove andare a Duong Dong – Phu Quoc è sempre una domanda per molte persone prima di mettere piede a Pearl Island. Se anche te lo stai chiedendo, puoi essere completamente certo perché la città di Duong Dong è la capitale di Phu Quoc, che ha un’alta densità di popolazione.

Pertanto, a Duong Dong, ci sono molti motel e hotel, da quelli economici a quelli di alta classe, tra cui i turisti possono scegliere. Tuttavia, c’è anche una nota che in alta stagione, i visitatori dovrebbero prenotare in anticipo per evitare i segnali di non disponibilità o non poter scegliere la camera giusta per le loro esigenze.

Guardando la mappa turistica di Phu Quoc, puoi vedere che la maggior parte dei motel e degli hotel di Duong Dong si trovano principalmente vicino a Tran Hung Dao Street, una strada vicino al mare e collegata tra Duong Dong e l’aeroporto di Phu Quoc. A Duong Dong ci sono circa 5 hotel standard a 5 stelle, tutti situati vicino alla spiaggia di Duong Dong, a pochi minuti a piedi dal mare. In particolare, Seashells Phu Quoc Hotel & Spa è l’hotel a 5 stelle più vicino al centro.

A Duong Dong non ci sono solo hotel a 5 stelle, ma anche hotel economici e graziose famiglie ospitanti. La maggior parte dei viaggiatori zaino in spalla, dei viaggiatori esperti e delle persone con livelli finanziari medi sceglieranno strutture ricettive a Duong Dong. Ci sono motel, hotel a 2-3 stelle, graziose famiglie ospitanti con prezzi molto convenienti. Da Duong Dong è anche possibile “fare un solo passo” verso le famose attrazioni di Phu Quoc, quindi è facile capire perché Duong Dong è la scelta di scalo per molte persone.

Servizi di intrattenimento a Duong Dong

Trattandosi di un distretto insulare situato lontano dalla terraferma, il ritmo della vita a Duong Dong ha molte caratteristiche dinamiche. Duong Dong non è noioso perché ci sono molti vivaci servizi di intrattenimento. Tran Hung Dao Street, la strada con il maggior numero di hotel e resort di Phu Quoc, è anche una via di negozi per gli amanti dello shopping.

Strada 30/4: si può dire che questa è la strada dei ristoranti di Phu Quoc perché ci sono molti ristoranti e ristoranti. Questa strada va alla pagoda Sung Hung Co Tu, al torrente Tranh, al villaggio di pescatori di Ham Ninh, al molo di Bai Vong. Hung Vuong Street: questa strada crea un incrocio con la strada 30-4, passando per il ristorante Viet Xua, il barile di salsa di pesce Khai Hoan e il negozio di zattere (Hai Tram), il ponte Hung Vuong, il ristorante Clam.

A Duong Dong ci sono molti luoghi di intrattenimento e vita notturna come bar, club e KTV… o la pesca notturna dei calamari e le passeggiate sulla spiaggia sono ottime opzioni per una serata piacevole. Viaggiare al centro di Duong Dong per scoprire la cultura, la cucina e le popolazioni indigene è solo una parte dell’itinerario di viaggio di Phu Quoc.

 

Un luogo isolato in cui nascondersi

Se Phu Quoc è paragonato a un grosso pesce che scodinzola, il naso di Ganh Dau è considerato la bocca di un pesce. Il promontorio settentrionale di Ganh Dau è un luogo primitivo e tranquillo e la popolazione è piuttosto scarsa. Questa destinazione turistica possiede una bellezza incontaminata, è uno spazio idilliaco e sereno.

Ci sono molti modi per raggiungere il promontorio di Ganh Dau, i visitatori possono attraversare Cua Duong, Cua Van, percorrere più di 20 km attraverso la strada sterrata rossa tra la foce di Phu Quoc primordiale foresta in direzione nord-ovest fino al capo Ganh Dau. Inoltre, puoi anche seguire la rotta occidentale, da Rach Tram a Ganh Dau via mare. A differenza di spiagge famose come Bai Sao, Bai Dai… di Phu Quoc, il promontorio di Ganh Dau è come un cielo isolato.

In piedi dall’alto, guardando in basso, i visitatori possono vedere il capo di Ganh Dau piegarsi morbido come una falce di luna lunga mezzo chilometro, è circondato da 2 magli di montagna sporgenti come le ali di un uccello gabbiano. Sempre dal promontorio di Ganh Dau, i visitatori vedranno l’isola di Koh Seh e la montagna Ta Lon in Cambogia o Hon Bang, Hon Thay Boi a ovest, emergendo in mezzo al mare.

La bellezza selvaggia dell’Isola del Nord

Rach Vem è un tranquillo villaggio di pescatori sul mare situato a nord dell’isola di Phu Quoc, famosa per i suoi moli che si estendono fino al mare e le zattere galleggianti. Rach Vem Beach è l’unica spiaggia di Phu Quoc che conserva ancora la bellezza incontaminata che pochi posti possono eguagliare.

Venendo a Rach Vem, i visitatori hanno l’opportunità di vivere la bellezza idilliaca di un antico villaggio di pescatori a Phu Quoc, gustare pesce fresco pescato direttamente dalla zattera con tutti i tipi di granchi, cernia, cobia, canocchia, capra, … tipici dei mari di Phu Quoc.

Non solo, se ti piace immergerti nella natura con sabbia bianca e mare cristallino, i visitatori possono salire a bordo di una barca di pescatori per raggiungere Rach Vem Beach,

La specialità di Phu Quoc e acclamata in tutto il mondo

Soprannominato il “regno del pepe” del Vietnam. Dopo la maturazione, i peperoni vengono raccolti e separati, i peperoni rossi maturi vengono essiccati separatamente chiamati “Peperone rosso”, i semi verdi rimanenti dopo l’essiccazione sono neri, chiamati “Pepe nero”. Il pepe nero viene pelato e rimane solo il torsolo del seme. Si chiama “Tieu So”, dal nome perché sembra un cervello e un teschio umani bianchi. Tieu So è il peperone più delizioso e popolare oggi.

Il pepe di Phu Quoc viene coltivato principalmente nella frazione di Ganh Gio, nella frazione di Suoi Da, nella frazione di Suoi May e nella frazione di Khu Tuong, il pepe di Phu Quoc non è solo famoso nel paese ma anche un famoso marchio nel mondo. A Phu Quoc, il pepe non solo porta un grande valore economico, ma attira anche molti turisti ogni volta che visitano Phu Quoc.

Se la salsa di pesce di Phu Quoc è speciale perché ci sono acciughe che sono disponibili solo nelle acque di Phu Quoc, allora il pepe di Phu Quoc è famoso per il suo terreno, così come per il processo di cura manuale degli isolani. Questo fa emergere un pepe speciale delizioso, fragrante e speziato abbastanza da farti parlare per sempre del pepe di Phu Quoc.

Gusto delizioso di Pearl Island, il gusto di valore tradizionale da oltre 200 anni

Avere il nome nella maggior parte dei dizionari inglese-vietnamita, francese-vietnamita… senza traduzione, acclamato in tutto il mondo. Nuoc Man o Salsa di pesce è indispensabile nella cucina e nei pasti vietnamiti, ma non a tutti i vietnamiti o agli stranieri piace il suo forte odore.

In effetti, la salsa di pesce Phu Quoc è un tipo di salsa di pesce non solo famosa in Vietnam ma anche conosciuta in tutto il mondo. Il gusto delizioso di Pearl Island ha creato una bellezza culturale nella cucina che è estremamente impressionante agli occhi dei turisti.

Venendo a Phu Quoc, non solo puoi visitare la bellissima isola, ma anche scoprire il tradizionale villaggio di salsa di pesce che ha più di 200 anni. Con un sapore ricco e lo stesso colore rosso-marrone delle ali di scarafaggio, ha creato una deliziosa salsa di pesce.

Storia della salsa di pesce Phu Quoc

L’origine della salsa di pesce Phu Quoc deriva dalla raccolta dei frutti di mare e dalla caccia agli animali selvatici. Alcune popolazioni costiere hanno tagliato la legna nella foresta, formando barche rudimentali per la pesca; Il pesce fresco viene spesso utilizzato per servire i pasti quotidiani dei pescatori.

Grazie alle abbondanti risorse ittiche, anche la pesca è diventata conveniente, contribuendo ad aumentare il pescato ma il basso consumo ha fatto sì che il pesce diventasse marcio e di difficile utilizzo. Per ovviare a questo problema, la popolazione locale ha escogitato un modo per conservare il pesce salandolo nella pentola di coccio per aiutarlo a conservarlo più a lungo.

Le battute di pesca durano dai 2-3 mesi in mare, quindi hanno cambiato il gusto del pesce marinato nell’“am” o “vaso di ceramica o ceramica”, il il pesce è fragrante e delizioso da mangiare. Da quell’esperienza, i pescatori iniziarono a pensare a come trasformare il pesce in salsa di pesce per fare una spezia che aggiungesse sapore ai pasti in famiglia vietnamiti.

Una caratteristica speciale della salsa di pesce Phu Quoc è l’abbondante e fresca fonte di acciughe pescate nelle acque di Kien Giang e Ca Mau nel Golfo della Thailandia. Il sale utilizzato per marinare il pesce è il sale marino Ba Ria-Vung Tau, a basso contenuto di impurità, conservato per almeno 3 mesi per ottenere un sapore acre sulla punta della lingua, poi un retrogusto dolce in gola.

Barriera per salsa di pesce Phu Quoc

All’inizio, le persone tenevano la salsa di pesce solo in piccoli stagni, ma poi formavano lentamente casse di legno con una capacità di 7-13 tonnellate di pesce. Il tipo di legno utilizzato per realizzare le botti è “lời bời” o “litsea cubeba” che vengono raccolte dalla foresta locale, quindi la botte è legata con fibre di rattan.

Il legno e la fibra di rattan si trovano principalmente sull’isola, i pesci per la salsa sono acciughe, gesso, pepe striato e vengono tutti pescati tutto l’anno. La stagione del pesce di migliore qualità è di circa 4 mesi di calendario (a partire dal 5 gennaio), perché in quel momento la salsa di pesce ha la migliore qualità.

Dopo la cattura, le persone puliranno le acciughe e le salano direttamente sulla nave al largo per assicurarne la freschezza. Solo quando la nave è ormeggiata, questa miscela (chượp) può essere trasferita in casse di legno di Litsea cubeba, per essere invecchiata con il metodo della compressione.

Dopo 9-15 mesi, il “chuop” produrrà la salsa di pesce finita con il metodo di estrazione professionale. La salsa di pesce Phu Quoc ha un caratteristico e naturale colore rosso-marrone delle ali di scarafaggio dovuto al modo in cui il pesce è fresco e poi incubato così a lungo in botti di legno.

Con l’elaborato processo di produzione della salsa di pesce, le persone di Phu Quoc hanno creato una salsa di pesce con un aroma delicato, un gusto grasso naturale e una certa consistenza che stimola l’appetito subito dopo aver gustato. Alcuni stabilimenti di produzione nước mắm a Phu Quoc sono aperti ai visitatori per visitare e acquistare questa specialità.

Qui i visitatori possono godere della magica vista del sole e della luna che galleggiano sul mare.

Il villaggio di pescatori di Ham Ninh si trova sulla costa orientale dell’isola, dietro ci sono montagne e foreste, davanti c’è l’immenso mare. La popolazione locale è concentrata lungo le sponde del Rạch Hàm. Questo antico villaggio di Phu Quoc ospita pescatori da molte generazioni. Quando l’estuario del Duong Dong echeggia il suono delle onde, Ham Ninh è un ormeggio tranquillo e sicuro per le barche. Barche a vela e zucche arrivano dalla terraferma per attraccare qui per caricare merci e poi riportare i frutti di mare sulla terraferma.

La spiaggia di Ham Ninh è a poche centinaia di metri ma è ancora asciutta. Quando la marea è bassa, la vasta spiaggia sabbiosa si estende fino al mare, quando l’acqua si alza, riempie la spiaggia e raggiunge il bordo della foresta. In piedi sulla spiaggia di Ham Ninh, le isole dell’arcipelago di Hai Tac (di Ha Tien) sono lontane. A sud-est, possiamo vedere Hon Nghe sull’immensa acqua blu. A sud si trova il promontorio di Ong Doi, il promontorio più lontano dell’isola continentale di Phu Quoc.

I visitatori vengono qui per gustare i frutti di mare, i ristoranti galleggianti e per ammirare i lunghi moli che si protendono verso il mare, tutti degni di foto di Instagram. Le specialità del villaggio di pescatori sono prelibatezze come il tricheco vivo imbevuto di vino, il tricheco fritto, l’ananas di mare e il frutto del becco di corvo imbevuto di vino medicinale. Il granchio è una specialità di questa regione, quasi in ogni stagione. Visita Ham Ninh al mattino presto o nelle notti di luna per goderti appieno la bellezza di questo mare.

Una destinazione spirituale da non perdere quando si viaggia a Phu Quoc

Anche se non sei interessato alla religione, vieni per la splendida vista che copre l’intero mare turchese. Situata in una posizione tranquilla tra il mare blu e la maestosa montagna verde, si trova la Pagoda di Ho Quoc nella bellissima isola delle perle di Phu Quoc. Ho Quoc Pagoda è stata inaugurata nel 2012 su un’area di circa 12 ettari con terreno feng shui, “tựa sơn hướng thuỷ” di fronte è il mare blu ininterrotto, la parte posteriore è addossata alle montagne imponenti, il santuario buddista è vicino a altre attrazioni turistiche nel sud di Phu Quoc.

Fedele al suo nome, “Ho Quoc Pagoda” è la difesa del confine, proteggendo l’integrità del territorio più meridionale della patria vietnamita. La pagoda è stata costruita secondo l’architettura delle dinastie Ly – Tran dell’XI – XIII secolo, che sono templi comuni del monastero Truc Lam Zen nel nord. La pagoda è realizzata in pregiato legno di ferro, quindi anche l’altezza dei padiglioni del tempio è limitata in base all’altezza delle colonne. Il legno è riccamente intagliato.

Il complesso della Pagoda di Ho Quoc comprende il cancello Tam Quan (tre), la sala principale, il cortile Thien Quang, la torre del tamburo, il campanile e il tempio di culto ancestrale. Esistono in questi edifici le statue di 18 Arhat, il Buddha di smeraldo e molte altre strutture. Ho Quoc Pagoda si trova a circa 27 km dal centro della città di Duong Dong, nel sud dell’isola.

Acclamate a livello locale e mondiale, l’isola delle perle del Vietnam e la città dell’isola di Phu Quoc hanno perle di qualità come specialità. Secondo la valutazione delle culture degli specialisti delle perle, la perla Phu Quoc è classificata come la migliore qualità al mondo. In precedenza, era riservato all’imperatore, ai signori e alla classe nobile della società. Tuttavia, oggi sono gioielli di alta qualità per ricchi. Si dice che le perle scintillanti probabilmente mantengano misteri. Apparentemente, che la migliore quintessenza universale converga nella perla di Phu Quoc. La coltivazione delle ostriche non è solo per le perle preziose, ma anche per pregiati articoli di artigianato come articoli tempestati di madreperla, bottoni per abiti e molti altri tipi di gioielli. La polvere di perle è usata per preparare medicinali per il trattamento di molte malattie delle ossa, delle articolazioni, della pelle, ecc. I produttori di cosmetici esaltano le perle come rimedio magico per schiarire e abbellire il viso. Inoltre, la carne di ostrica è una specialità deliziosa e nutriente. Secondo i ricercatori, l’industria delle perle a Phu Quoc ha iniziato a svilupparsi fortemente negli ultimi 10 anni, con la cooperazione di Australia e Giappone con partner nazionali. Le perle Phu Quoc possono avere un prezzo piuttosto alto. A seconda delle diverse qualità, colori e forme, il prezzo di ciascuno può variare da poche decine a poche migliaia di dollari. Le perle sono esposte in molti negozi che vendono souvenir nel mercato di Duong Dong, nel mercato notturno di Dinh Cau, nel porto di An Thoi e nel porto di Bai Vong – Ham Ninh, ecc. Attualmente, a Phu Quoc, ci sono molte grandi strutture per la coltivazione delle perle come la perla Ngoc Hien , Quoc Un negozio di perle, una fattoria di perle giapponesi e una fattoria di perle australiane. Durante il tour dell’Isola del Sud, ci sarà una sosta per i turisti per vedere le famose perle coltivate nella città dell’isola. I visitatori possono scegliere le perle più belle da acquistare come miglior regalo per sé o per gli amici. Tuttavia, la produzione della perla Phu Quoc è limitata. Pertanto, i viaggiatori vogliono sempre acquistare le perle di Phu Quoc più autentiche come souvenir quando vengono a Phu Quoc.

Aeroporto internazionale di Phu Quoc

Il nuovo aeroporto internazionale di Phu Quoc è stato aperto nel 2012. Le compagnie aeree che attualmente operano voli nazionali e internazionali da Phu Quoc includono Vietnam Airlines, Bamboo Airways, VietJet Air e Pacific Airlines. I voli per Ho Chi Minh City e Hanoi operano più volte al giorno.

Il moderno edificio del terminal offre molti ristoranti e negozi. Ci sono diversi hotel e resort situati a 10 minuti di auto dall’aeroporto. All’arrivo all’aeroporto di Phu Quoc è disponibile un’ampia varietà di opzioni di trasporto.

Molti hotel e resort di Phu Quoc offrono il servizio di trasferimento dall’aeroporto. Verifica con il tuo hotel la disponibilità di questo servizio. Auto e

I taxi minivan sono disponibili per brevi distanze, noleggio giornaliero o periodi più lunghi. Gli sportelli dei taxi si trovano fuori dal terminal al livello Arrivi. Prenota in anticipo i servizi di ritiro e riconsegna con Emperor Cruises Phu Quoc prima e dopo la crociera a un prezzo equo!

Porto internazionale per passeggeri di Phu Quoc

Il porto internazionale per passeggeri di Phu Quoc è stato avviato nel 2015 e dovrebbe essere completato nel 2021 su un’area di 179,3 ettari, nella città di Duong Dong. Sono stati costruiti molti elementi tra cui: il molo principale lungo 240 m e largo 35 m per consentire l’attracco di due navi su entrambi i lati del ponte contemporaneamente. È in costruzione una diga di 850 m di lunghezza per facilitare l’arrivo delle navi per il prelievo e lo sbarco dei passeggeri.

È in costruzione una darsena con scale lunga 1.004 m per salire e scendere dalle crociere, la costruzione della stazione ha una superficie terrestre di 4,78 ha (in cui la l’area della stazione e le opere accessorie sono 1.950 m2). In base alla progettazione, il porto è in grado di ricevere navi passeggeri internazionali con una capacità di 5.000-6.000 passeggeri. Inoltre, il porto può anche combinarsi per ricevere navi da carico o navi per scopi di sicurezza e difesa. Il progetto ha un capitale di investimento totale di 1.645 miliardi di VND, costruito sotto forma di BOT (build – opera – transfer).

In precedenza, valutando l’investimento nella costruzione del porto passeggeri internazionale di Phu Quoc, l’amministrazione marittima del Vietnam ha affermato che Phu Quoc ha molte attrazioni seducenti, situate su una rotta turistica attiva di 19 navi linee via mare. Singapore – Thailandia – Vietnam – I paesi dell’Asia nord-orientale hanno 34 navi che offrono 113 tour nella regione. I progetti di Lux Cruises porteranno vietnamiti su navi costruite in Vietnam, crociereranno lungo la costa del Vietnam e attraccheranno a Phu Quoc e in altri paesi asiatici.

Da non perdere quando si viaggia a Phu Quoc

Con un look selvaggio ma ugualmente affascinante, Phu Quoc è sempre stata una fonte di ispirazione creativa per molti fotografi. È un’esperienza unica per i viaggiatori abituali e i vacanzieri per riposarsi e rilassarsi, quindi esplorare il mare color smeraldo, le isole selvagge e le bellissime spiagge sabbiose in diverse ore del giorno. L’alba, il tramonto e ogni volta in mezzo a Phu Quoc sono magici, ogni momento conta. Questa è un’esperienza davvero memorabile e una cosa meravigliosa da fare a Phu Quoc.

L’isola principale di Phu Quoc è larga 578 km2, lunga 49 km, 150 km di costa e ha 22 diverse isole grandi e piccole, concentrandosi su 12 isole a sud di Phu Quoc. Questo luogo forma un complesso di isole verdeggianti e poetiche proprio nel mezzo dell’oceano, comodo per attività di turismo marino come le immersioni per vedere i coralli, la pesca, lo yachting e le crociere… esplora le isole, le spiagge e la sabbia incontaminata, sii come Robinson Crusoe su un’isola deserta per un giorno.

Lo stretto blu di Phu Quoc è paragonato al famoso lirico Hawaiian Bay of America. Ora, quando si parla di Phu Quoc, significa mare, isole, resort di marca internazionale, yacht, tramonti e spiagge blu, bianche e dorate. Esploriamo insieme cinque bellissime spiagge. Da non perdere quando si arriva nella città insulare di Phu Quoc.

Le 5 migliori spiagge sulla costa orientale, occidentale, meridionale e settentrionale di Phu Quoc

Bai Sao:

Bai Sao nella città di An Thoi ha molti ananas selvatici e alberi di olivello spinoso. Con sabbia bianca liscia come crema e lunga più di 7 km è soffice con curve dolci come una mezza luna.

Spiegando il nome “Star Beach” a Phu Quoc, la gente del posto dice che ogni volta che cala il tramonto, il cielo diventa scuro, su questa spiaggia di sabbia bianca ci sono migliaia di stelle marine che si muovono sulla riva e in acqua. Le persone qui lo trovano strano e pensano che questa sia la residenza notturna delle stelle marine, quindi le persone qui hanno chiamato questa spiaggia Bai Sao, che significa “Spiaggia delle stelle”. Al momento, ci sono ancora alcune stelle marine che sbarcano la sera .

Bai Sao è un’attraente destinazione turistica a Phu Quoc. La sabbia del mare a Bai Sao non è gialla come la spiaggia di Nha Trang, o giallo scuro diventa marrone come la spiaggia di Vung Tau. È bianco puro e liscio come la crema. Bai Sao è anche paragonata a una gigantesca piscina per bambini e vacanzieri.

Khem Beach:

Situato sul lato est dell’isola di Phu Quoc, Bai Khem si trova a circa 25 km dalla città di Duong Dong, quindi puoi raggiungerlo in molti modi estremamente semplici.

La spiaggia di Khem si trova vicino alla spiaggia delle stelle. Se vai via mare, è a 1 km dalla spiaggia delle stelle. Se vai per la strada del popolo, devi salire per la strada di Nguyen Van Cu. Poi girare a Bai Sao per circa 2,5 km. La spiaggia di Khem ha una bellezza non inferiore a quella di Sao con mare limpido e sabbia bianca.

Alla fine di Bai Khem c’è anche Gieng Tien (Fairy Pond), sebbene sia vicino al mare, il pozzo non è ancora contaminato dal sale. La cosa strana è che anche con l’alta marea, questo posto non è ancora salato o asciutto, quindi ci sono molte storie su questo pozzo e sul sito storico dell’imperatore Gia Long – Nguyen Anh che sfuggì alle truppe di Tay Son. Venne qui e il pozzo d’acqua dolce gli salvò la vita e visse fino a diventare il primo re della dinastia Nguyen nel 1802 a Hue.

Bai Truong o Long Beach:

Bai Truong si trova sulla costa occidentale dell’isola di Phu Quoc, come suggerisce il nome, Bai Truong si estende da Duong Dong ad An Thoi per circa 20 km.

Questa è la spiaggia più frequentata e più lunga del Vietnam, questo è l’unico posto in Vietnam dove puoi guardare il tramonto sul mare tutto l’anno. Bai Truong è il luogo in cui si riuniscono la maggior parte degli hotel e dei resort sulla spiaggia di fascia bassa e di alta classe con hotel di marca internazionale. Grazie al sistema di resort vicini tra loro su una lunga spiaggia, c’è uno spazio ideale per i viaggiatori per divertirsi, esplorare, sognare, rilassarsi e immergersi nella natura.

Guardare il tramonto è una delle cose migliori che puoi fare quando hai l’opportunità di visitare questa città insulare. Gli ospiti possono anche fare una passeggiata per ammirare il tramonto ogni sera e rilassarsi nei luminosi bar e ristoranti qui. Phu Quoc è uno spazio non troppo deserto, non troppo affollato.

Bai Dai Beach:

Bai Dai si trova sulla costa settentrionale dell’isola principale di Phu Quoc. Questo è un fattore indispensabile quando si parla di turismo a Phu Quoc a causa della sua bellezza selvaggia, la spiaggia è lunga circa 15 km.

Il luogo abbraccia il più bel paesaggio marino di Phu Quoc. Il nome Bai Dai deriva dalla lunghezza di questa spiaggia, 15 km di costa che si estende da Ganh Dau Cape all’estuario del fiume Cua Can.

Soprannominato il paradiso del sole dorato, si trova sull’acqua fresca con grandi pioppi blu che sussurrano al vento. Bai Dai è stata anche onorata di essere classificata al primo posto nell’elenco delle spiagge incontaminate più belle del mondo stilato da ABC News nel 2008.

Thom Beach:

Hon Thom si trova a sud e appartiene all’arcipelago di An Thoi. Non solo ha sabbia bianca e mare blu con palme da cocco svettanti, questo luogo è anche una riserva ecologica marina con flora e fauna marina ricche e diversificate. Le specie di corallo in particolare sono diverse e ricche di colore.

Bai Thom è una spiaggia che non è stata messa in funzione, quindi è ancora molto selvaggia e tranquilla. Questo posto è adatto a chi vuole rilassarsi davvero. Inoltre, Phu Quoc ha anche altre belle e attraenti spiagge intorno alle isole come May Rut, Hon Xuong, Hon Gam Gi, Hon Mong Tay… in attesa che i turisti tornino, le rivisitino e le scoprano tutte.

Vivere le nostre crociere per godersi il mare del sud di Phu Quoc può regalare ai visitatori i più confortevoli momenti di divertimento e relax tra la bellezza selvaggia, il clima fresco e la pace rara. Proprio come ha scritto il British Telegraph: “Vieni a scoprire il segreto dell’isola paradisiaca prima che lo facciano tutti gli altri”.

Goditi la quintessenza della cucina reale in una crociera storica nel mare di Phu Quoc per risvegliare i sensi.

Venendo a Phu Quoc, i vacanzieri non solo apprezzano il turismo marittimo e insulare, ma gustano anche la ricca e unica cucina di Phu Quoc. È allo stesso tempo piacevole alla vista e delizioso, oltre che nutriente, fresco, ricco di ingredienti e interessante per il modo in cui lo cucinano.

La cucina di Phu Quoc è una potente calamita che fa cantare le sue lodi agli amanti del pesce per sempre. A dire il vero, la cucina di Phu Quoc è così varia e ricca che è impossibile elencarla. Molti viaggiatori preparano i primi 32 piatti deliziosi che devono essere gustati quando hanno l’opportunità di venire nella città insulare di Phu Quoc. Dai piatti del ristorante di fascia alta al cibo di strada al mercato di Duong Dong, non rimarrai deluso.

In quanto terra famosa chiamata Pearl Island, i piatti a base di prodotti del mare di Phu Quoc sono preziose risorse del turismo culinario. Phu Quoc è circondata dalle correnti oceaniche del Golfo di Thailandia, con condizioni naturali favorevoli per le risorse acquatiche e i frutti di mare. Phu Quoc è famosa per le sue specialità di pesce fresco come granchi, calamari, acciughe, gamberi tigre, sgombri, aringhe, cetrioli di mare, trichechi… pesce fresco preparato con ingredienti disponibili localmente. Tutti sono più omogenei e ricchi grazie allo stile tipico della cucina regionale adatto sia a ospiti internazionali che vietnamiti.

La maggior parte dei piatti dell’isola sono preparati con ingredienti locali a base di frutti di mare e spezie tipiche come salsa di pesce e pepe di Phu Quoc, rendendolo un piatto molto tipico della regione e ricevendo il quintessenza culinaria per creare un gusto unico con una miscela delicata. Nel processo di acculturazione, la gente di Phu Quoc ha distillato e mantenuto per sé i sapori culinari unici che sono difficili da confondere con altre terre. Questa è la differenza che i turisti vogliono trovare quando vengono a Phu Quoc.

Durante la ricerca su cibo e cultura culinaria con i principali esperti culinari del Vietnam, abbiamo scoperto che la cucina di mare di Phu Quoc ha caratteristiche straordinarie come ingredienti freschi e sani, ricette deliziose, lavorazione rapida e prezzo ragionevole. Grazie alla lavorazione delicata e agli ingredienti freschi locali, la cucina di mare di Phu Quoc ha un gusto inconfondibile. Per non parlare della personalità dei residenti costieri con uno stile di vita semplice, sano e puro, pieno di personalità, che ha creato le caratteristiche della cucina costiera della gente di Phu Quoc.

Questo mare caldo ha molte specialità, molti piatti del tipo erano gli 8 piatti più deliziosi e rari per avanzare all’imperatore come l’abalone o il cetriolo di mare. Phu Quoc offre piatti e bevande a base dei prodotti del mare di Phu Quoc, quindi i visitatori non possono dimenticare di gustarli quando vengono qui, piatti come insalata di aringhe, zuppa di torta di sgombro, conchiglie grigliate còi biên mai ecc. Cetriolo di mare saltato in padella con verdure, riso al granchio, abalone grigliato con salsa all’aglio e zenzero, capesante al vapore con zenzero e citronella, alcol di cavalluccio marino, vino di cetriolo di mare. Capesante

Preserva la cultura culinaria del mare di Phu Quoc e ripristina l’impronta culturale unica nei sofisticati metodi di lavorazione antichi, nelle tecniche per mescolare salse e spezie e nell’arte della presentazione del cibo. Alziamo il livello della cucina, trasformando la cucina locale in una cucina raffinata, scegliendo piatti e ciotole deliziosi, la quintessenza della cucina vietnamita. Tu vedi l’arte, noi vediamo la vita.

L’abbiamo chiamato in onore dello storico Palazzo di Can Chanh dove l’imperatore Bao Dai teneva un banchetto per ricevere grandi ospiti nell’antica Città Proibita. Il Palazzo Reale di Can Chanh a bordo di Emperor Cruises Legend Phu Quoc è per gli intenditori di cucina da godersi, in uno spazio accogliente di luce, buon vino e musica che si fonde come un banchetto reale. Sei come ospiti illustri, ambasciatori, membri della famiglia reale e nobili al Palazzo Can Chanh, cittadella di Hue ad Annam negli anni ’30. Un’esperienza culinaria di prim’ordine che galleggia sul mare. Goditi ogni momento di questa crociera esclusiva nel mare di Phu Quoc, un’esperienza culinaria da ricordare!

Geografia

Il Vietnam ha più di 3260 km di costa che va da Mong Cai a Ha Tien, la natura ha dotato questa striscia di terra a forma di S di molte belle baie da nord a sud come Arcipelago di Lan Ha, Ha Long, Bai Tu Long, Lang Co, Nha Trang, Van Phong o Phu Quoc. L’arcipelago di Phu Quoc, con 22 isole, di cui l’isola più grande è l’isola di Phu Quoc, si trova nel Golfo di Thailandia, a sud-ovest del Vietnam. Phu Quoc si estende da latitudine: 9°53′ a 10°28′ nord e longitudine: da 103°49′ a 104°05′ est.

L’area marina di Phu Quoc ha 22 isole grandi e piccole, di cui l’isola più grande ha una superficie di 567 km², la lunghezza dell’isola è di 49 km. Il terreno naturale è basso e dolce, da nord a sud con 99 montagne e colline. Tuttavia, il gruppo di 12 piccole isole del porto di An Thoi è completamente separato dalla punta meridionale dell’isola dove lo stretto ha una profondità di oltre 60 m. Le navi internazionali possono attraccare in questo porto. Il nuovo porto marittimo internazionale si trova a Duong Dong City Centre, sul lato ovest della città dell’isola di Phu Quoc.

Clima

Grazie alla posizione caratteristica dell’isola di Phu Quoc, situata a basse latitudini e nel profondo del Golfo di Thailandia, circondata dal mare, il clima è fresco con un carattere monsonico tropicale. Il clima è diviso in due stagioni distinte, la stagione secca va da ottobre a maggio dell’anno successivo e la stagione delle piogge va da giugno a settembre.

Stagione secca (da ottobre a maggio)

L’isola di Phu Quoc è interessata dal monsone di nord-est con intensità relativamente forte, la velocità media del vento è di 3,2 m/s. Quando il vento da nord-est è forte, la velocità va da 20 a 24 m/s. La stagione secca ha un’umidità media del 78%. La temperatura massima è di 35 gradi Celsius in aprile e maggio. La temperatura media è di circa 27 – 28 gradi Celsius.

Stagione delle piogge (da giugno a settembre)

L’isola di Phu Quoc in quest’area è la porta d’ingresso per accogliere il monsone da ovest a sud-ovest, la velocità media del vento è di 4,5 m/s. La stagione delle piogge è nuvolosa, alta umidità, dall’85 al 90%. La piovosità media è di 414 mm/mese. (La media dell’intero anno è di 3000 mm). Nella zona dell’Isola del Nord può raggiungere i 4000 mm/anno; c’è un mese piovoso che dura 20 giorni consecutivi.

Quindi qual è il momento migliore per viaggiare?

Viaggiando a Phu Quoc, il periodo più bello è la stagione secca da ottobre a maggio. Tuttavia, anche l’estate, da giugno a settembre, è un buon periodo per venire a Phu Quoc a causa delle condizioni naturali della bellissima isola. Questo bellissimo posto è coperto da un terreno che si estende per 49 km da nord a sud, quindi se il lato ovest è tempestoso, la superficie del mare orientale sarà sempre calma o viceversa.

Pertanto, si può dire che il turismo a Phu Quoc può essere fatto tutto l’anno, pur continuando a vivere le attrazioni senza alcun impatto dai cambiamenti meteorologici nel tempo o in base alla stagione dell’anno .

Alcune note

Viaggiare a Phu Quoc da ottobre a maggio è l’orario invernale per i visitatori internazionali. Le tariffe delle camere negli hotel di marca avranno tariffe delle camere più elevate perché è l’alta stagione e i prezzi di fascia bassa sono stabili tutto l’anno. Il turismo estivo di Phu Quoc da giugno a fine settembre è la stagione del turismo interno.

Gli hotel e resort a 4 e 5 stelle hanno prezzi interessanti per i turisti vietnamiti, quindi in questo momento puoi scegliere di soggiornare in hotel o resort di lusso senza doverti preoccupare troppo sul costo durante una vacanza estiva a Phu Quoc. Emperor Cruises Phu Quoc ha prezzi ragionevoli e stabili tutto l’anno per entrambe le fonti di mercato.

Phu Quoc

La terra più ricca e prospera

Il nome è stato dato dal 1671 quando un cinese Mac Cuu, durante la sua spedizione nel Golfo di Thailandia, trovò questo arcipelago come la terra più ricca e prospera in cui stabilirsi. Phu Quoc è l’isola più grande del Vietnam, con una storia estremamente interessante, associata alla famiglia Mac all’inizio della bonifica di questa terra quasi 400 anni fa. I Lord Nguyen e poi la dinastia Nguyen ebbero il merito di mantenere la pace e la stabilità e di sviluppare questa terra prima che le sei province, inclusa la provincia di Ha Tien (Phu Quoc), cadessero nelle mani dei coloni francesi il 24 giugno 1867.

Secondo il sito web wikiwand.com, nel 1671 un cinese di nome Mac Cuu (Moc Kinh Cuu), originario di Leizhou, provincia del Guangdong, portò la sua famiglia, i suoi soldati e alcuni studiosi (circa 400 persone) su una barca per partire dal Fujian verso il Mare del Sud. Dopo molti giorni in mare, il gruppo di Mac Cuu ha messo piede in una landa desolata nel Golfo di Thailandia. Dopo aver indagato e aver saputo che questa terra era sotto l’influenza di Chenla, la delegazione ha immediatamente trovato un modo per chiedere asilo a Oudong, ma in quel momento c’era il caos all’interno di Chenla. Mac Cuu incontrò Nac Ong Thu (Ang Sur – Jayajettha III) e rimase insieme fino al 1681.

Nel 1680, Mac Cuu fondò una serie di villaggi sparsi da Vung Thom, Trong Ke, Can Vot, Rach Gia, Ha Tien e Ca Mau che divennero rapidamente un importante porto commerciale . C’erano villaggi di insediamenti situati vicino al mare, abbastanza comodi per l’andare e venire delle barche, c’erano anche villaggi sulle alture lungo i fiumi Giang Thanh, Cai Lon, Ganh Hao e Ong Doc per l’agricoltura.

Ritornando al processo di espansione della nuova terra di Mac Cuu, ha fondato 7 casinò lungo la costa come Man Kham (Peam), Long Ky (Ream), Can Bot ( Kampot), Huong Uc (Kompong Som), Sai Mat (Cheal Meas), Linh Quynh (Rach Gia) e Phu Quoc (Koh Tral). La capitale era situata a Man Kham (il porto dell’Uomo, cioè dei Khmer), poi cambiato in Can Khau (Can Khao o Can Cao). Le voci su questa terra prospera si sono diffuse sempre più, quindi gli immigrati cinesi provenienti da tutto il Golfo della Thailandia hanno chiesto di venire qui per stabilirsi.

Successivamente, nel 1724, Mac Cuu offrì ancora una volta tutta la sua terra e fu nominato ammiraglio a guardia di questo territorio da Lord Nguyen, e allo stesso tempo cambiò il nome di Can Khau zona al palazzo Long Ho. Fino al 1729, Long Ho Dinh era famosa come la terra più ricca del Golfo di Thailandia.

Nel 1735 Mac Cuu morì, suo figlio Mac Si Lan (in seguito ribattezzato Mac Thien Tu) fu nominato ammiraglio, succedendo a suo padre a governare il palazzo di Long Ho. A causa della dedizione della famiglia Mac, Ninh Vuong Nguyen Phuc Tru elevò la famiglia Mac al rango di re. Long Ho Dinh a quel tempo fu ribattezzata città di Ha Tien.

Nel 1739, Mac Thien Tu fondò altri quattro distretti: Long Xuyen (Ca Mau), Kien Giang (Rach Gia), Tran Giang (Can Tho) e Tran Di (Northern Bac Lieu). Nel 1755, Nac Nguyen chiese a Mac Thien Tu di offrire al Signore Nguyen il territorio compreso Tam Bon (a Can Tho) e Loi Lap (Long Xuyen) per essere governato da Nam Vang.

Nel 1758, Lord Nguyen nominò re Nac Ton (Ang Ton II) e gli fu assegnato ulteriore territorio di Tam Phong Long (Chau Doc e Sa Dec). Nac Ton ha dato personalmente a Mac Thien Tu il territorio di 5 province nella regione sudoccidentale-meridionale di Chan Lap, tra cui Huong Uc (Kompong Som), Can Bot (Kampot), Truc Sam (Chung Rum), Sai Mat (Cheal Meas) e Linh Quynh (regione costiera), e il mare dal comune di Sré Ambel (al villaggio di Peam).

In generale, era l’intera area costiera che circondava l’isola di Phu Quoc. Successivamente, Mac Thien Tu ha dato tutto al re Nguyen Phuc Khoat. Queste erano solo terre desolate, nessun popolo Khmer viveva qui a causa delle paludi e delle inondazioni durante tutto l’anno. Il Re Marziale unì tutte le nuove terre nella città di Ha Tien, quindi assegnò il governo a Mac Thien Tu.

Nell’anno di Dinh Mui (1787), Lord Nguyen Anh riconquistò la terra di Ha Tien dai siamesi. Nel 1788, Nguyen Anh portò le due regioni Kien Giang e Long Xuyen a Vinh Tran (poi Vinh Long). Fu questa isola di Phu Quoc a riportarlo indietro in modo che in seguito tornò sulla terraferma per raccogliere truppe, sconfiggere Tay Son, fondare la dinastia Nguyen nel 1802 e salire al trono, con lo pseudonimo di Gia Long. Ma durante la dinastia Nguyen, Gia Long (Nguyen Anh) separò queste due regioni e le restituì alla città di Ha Tien come prima.

Durante il regno di re Tu Duc fino all’occupazione francese di Ha Tien (1847-1867), la provincia di Ha Tien era composta da 1 governo (governo An Bien) con 3 distretti: Ha Chau , Kien Giang e Long Xuyen. Gli ex distretti appartenenti al governo di Quang Bien (Can Bot land (Kampot), Vung Thom) sono tornati in Cambogia.

Così, la provincia di Ha Tien della dinastia Nguyen si estendeva lungo il Golfo della Thailandia (Mar occidentale), da Ca Mau ad Ha Tien, a volte fino alla provincia di Kampot e alla città di Sihanoukville (Kompong Som ) della Cambogia, confina a ovest con la Cambogia, con la provincia di An Giang della dinastia Nguyen, il nord-ovest, il nord e il nord-est adiacenti alla Cambogia.

Il 24 giugno 1867, la provincia di Ha Tien fu occupata dai colonialisti francesi. Dopo molti anni, l’area di Ha Tien è stata suddivisa in complesse unità amministrative, di volta in volta. I francesi costruirono la prigione più dura di Phu Quoc per trattenere i nazionalisti. La Repubblica Vietnamita prese il controllo di Phu Quoc e continuò questa prigione fino al 1975. Dopo la riunificazione del Vietnam del Nord e del Sud, Phu Quoc divenne un pittoresco villaggio di pescatori e famoso per il pepe e la salsa di pesce Nuoc Man o Phu Quoc in Vietnam e in tutto il mondo.

Dopo molti eventi storici, l’isola di Phu Quoc ha fatto parte della carne e del sangue del Vietnam. Questa terra, ricca di cultura e storia del popolo vietnamita, si trova nel Golfo di Thailandia, vicino alla Cambogia. La città insulare di Phu Quoc oggi ha molte risorse turistiche che aspettano i visitatori da esplorare, scoprire e sperimentare.

Impronta del primo imperatore Nguyen a Phu Quoc

A metà del 1783, l’esercito di Tay Son continuò ad attaccare Nguyen Nguyen Anh (1762-1820). In una situazione disperata, Nguyen Anh ei resti del suo esercito dovettero fuggire nell’isola di Phu Quoc. Fu quest’isola a riportarlo indietro in modo che potesse poi tornare sulla terraferma per raccogliere truppe, sconfiggere Tay Son, stabilire la dinastia Nguyen nel 1802 e salire al trono, di nome Gia Long.

Si dice che, durante una fuga degli insorti di Tay Son, Nguyen Anh, sua moglie, i suoi figli e i suoi soldati dovettero fuggire nella zona di Capo Ong Doi, Arcipelago di An Thoi, Phu Quoc. Questa è una vasta catena montuosa che corre verso il mare, la punta è rivolta a est, il terreno è piuttosto pericoloso. Tuttavia, arrivando qui, il cibo era esaurito e le verdure raccolte nella foresta non erano sufficienti per sfamare l’esercito.

Quando il cuore dell’esercito sprofondò, la mente di Nguyen Anh era confusa. Batté i piedi, sbatté la spada a terra, alzò la faccia al cielo ed esclamò: “Se il cielo mi permette di essere re, mi darà acqua fresca e cibo.”. Dopo il gemito, dalla punta della spada appena inserita sgorgò acqua fresca. Poi i pesci dal mare aperto brulicarono improvvisamente intorno a Capo Ong Doi. Acqua dolce e pesce hanno aiutato Lord Nguyen ei suoi soldati a superare questa situazione straziante. Da allora questo pesce è stato chiamato l’acciuga.

Ong Doi Cape si trova ora nella città di An Thoi, situata vicino alla base navale della Regione 5. Ha uno stretto bellissimo, acqua di mare limpida e sabbia liscia. Attualmente, ci sono molti grandi progetti turistici in costruzione. I turisti vengono a Capo Ong Doi per scattare foto del luogo in cui Nguyen Anh ha messo piede e bere la strana acqua dolce di Gieng Tien o Fairy Well. Molte persone superstiziose credono anche che l’acqua di pozzo abbia poteri curativi.

C’è anche un “Trono” di pietra del peso di tonnellate, rivolto a est. Il tempio ha le parole “Cao Hoang De Gia Long” e odora ancora di fumo giorno e notte. L’area del mare del promontorio di Ong Doi è anche un luogo dove i visitatori si divertono a nuotare, fare snorkeling e pescare…

La battaglia dell’eroe nazionale Nguyen Trung Truc

Un altro famoso personaggio storico – l’eroe nazionale Nguyen Trung Truc (1838 -1868), leader del movimento antifrancese nella seconda metà del XIX secolo nel sud, dovette fuggi sull’isola di Phu Quoc in caso di pericolo.

All’alba del 16 giugno 1868, l’esercito ribelle di Nguyen Trung Truc attaccò improvvisamente il forte di Kien Giang (ora l’area in cui si trova il Comitato popolare della provincia di Kien Giang), uccidendo 5 francesi ufficiali, 67 soldati e raccogliendo molte armi e munizioni. Tuttavia, dopo questa vittoria, pochi giorni dopo il comando francese a My Tho mobilitò le forze di contrattacco. Poiché l’esercito nemico era troppo forte, Nguyen Trung Truc dovette ritirarsi a Hon Chong (Kien Luong) e poi attraversare il mare fino all’isola di Phu Quoc, di stanza nella foresta nel comune di Cua Can.

Nel settembre 1868, i francesi continuarono a mobilitare potenti forze sull’isola di Phu Quoc per inseguire l’esercito ribelle di Nguyen Trung Truc. Gli insorti hanno combattuto ferocemente per mesi sull’isola. Dopo aver arrestato Nguyen Trung Truc, il 27 ottobre 1868, le autorità francesi lo portarono a morte al mercato di Rach Gia. Prima della sua morte, scrisse una poesia e dichiarò affermativamente: “Bao giờ người Tây nhổ hết cỏ nước Nam thì mới hết người Nam đánh Tây” “Quando l’occidente tirerà su tutte le nostre radici, solo allora lo combatteremo.”

Dopo la morte di Nguyen Trung Truc, nella maggior parte delle province occidentali sono sorti templi in adorazione di questo coraggioso eroe nazionale. Nella casa comune nella foresta nell’Amleto 2, Comune di Cua Can (Phu Quoc), la gente ha anche costruito una casa lunga per riporre la barca da battaglia dell’insorto Nguyen Trung Truc. I manufatti degli insorti sono esposti in posizioni solenni dal museo Coi Nguon sull’isola di Phu Quoc.

Vicino alla foce del fiume Cua Can si trova la tomba del generale Ba Lon, la moglie del generale Nguyen Trung Truc, anch’essa abbellita e curata dalla gente giorno e notte. Le persone sull’isola di Phu Quoc fanno ancora circolare la storia che: la moglie di Nguyen Trung Truc ha dato alla luce un bambino ma non aveva latte per allattare.

Sapendolo, l’esercito francese ha ordinato che chiunque avesse allattato il figlio di Nguyen Trung Truc sarebbe morto per tre generazioni. Gli abitanti di Cua Can avevano paura di dare il latte. Andando a chiedere il latte in tutto il villaggio, nessuno gli diede da mangiare. La moglie di Nguyen Trung Truc è salita su una barca per attraversare il mare verso la terraferma per salvare suo figlio, ma la barca si è arenata e la madre e il bambino sono morti. Da lì è nato Cua Can.

Dopo la morte di Ba Lon, nella comune di Cua Can, chiunque abbia dato alla luce un bambino non ha potuto prendersene cura. La gente diceva che il Grande Generale odiava le persone, quindi chiunque avesse dato alla luce un bambino veniva portato via. Se le persone a Cua Can vogliono crescere i propri figli, devono andare in un altro posto per partorire e, dopo il periodo dell’allattamento, hanno il coraggio di riportarli a casa. La tomba del generale Lon fu trovata il 27 aprile 1963 nella zona di Dong Ba, frazione 3, comune di Cua Can. Ogni anno, il 18° e il 19° giorno dell’8° mese lunare, le persone tengono una cerimonia per adorarla.


Reliquia della prigione di Phu Quoc

La prigione di Phu Quoc è paragonata all'”Inferno sulla Terra”, costruita durante il periodo francese, larga circa 40 ettari, chiamata “Coconut Camp”, che ospita quasi 14.000 persone.

Alla fine del 1955, il presidente Ngo Dinh Diem, del governo della Repubblica del Vietnam, costruì una prigione presso il vecchio Coconut Tree Campsite con una superficie di 4 ettari , dividendo il carcere in zone: area carceraria maschile, area residenziale, carcere femminile e carcere per anziani, denominata “Coconut Training Camp”.

I libri di storia registrano che, nel 1966, la guerra si intensificò, portando ad un aumento del numero di prigionieri. Il governo della Repubblica del Vietnam ha costruito un’ulteriore prigione di oltre 400 ettari, a 2 km dal vecchio campo di Coconut Tree. Ci sono 12 aree, numerate da 1 a 12. Ogni zona aveva 4 suddivisioni A, B, C, D.

Ogni divisione aveva 9 stanze in cui vivere i prigionieri, 2 stanze per interviste, multe o isolamento. Ogni area di detenzione aveva un’area di 100 m2, con una capienza da 70 a 120 persone. Le aree di isolamento erano solo 30 m2, ma nelle ore di punta contenevano fino a 180 persone o più. Intorno a ciascuna suddivisione c’erano 4 punti di guardia presidiati 24 ore su 24 con 10 sentinelle mobili.

La prigione era circondata da 10 strati di filo spinato, circondata da non residenti e completamente isolata dall’esterno. Ogni giorno c’erano 2 veicoli che pattugliavano continuamente l’area di detenzione, di notte c’erano anche squadre che entravano nella recinzione per controllare il movimento.

La prigione di Phu Quoc è diventata il più grande centro di detenzione di prigionieri della Repubblica del Vietnam, con una capienza di 40.000 prigionieri di cui 4.000 soldati sono stati uccisi da brutali torture.

Venendo nella prigione di Phu Quoc, attraverso l’introduzione delle guide e l’indagine, possiamo sentire la barbarie delle terribili punizioni di tortura della prigione attraverso il modello ricostruito. Una delle percosse più feroci è stata la crocifissione.

Usano vecchi chiodi arrugginiti lunghi 3-7 cm per piantarsi nelle dita, nelle articolazioni del collo, nelle ginocchia, ecc., dopo essere stati inchiodati, le ossa dei prigionieri si sgretolano. Hanno anche usato lampade ad alta pressione per brillare negli occhi dei prigionieri per friggere le pupille.

La gabbia di filo spinato teneva i prigionieri all’aperto giorno e notte. Nella stretta gabbia non si poteva né stare in piedi né sedersi, la sabbia sotto bruciava e il filo spinato sopra si stava eviscerando. Inoltre, hanno anche costretto i prigionieri a trasformare le loro teste in piastre di ferro per grattarsi la pelle e sanguinare…

Molti soldati non sopportarono quelle barbare torture e morirono qui. Si stima che circa 4.000 soldati abbiano perso la vita e decine di migliaia di soldati abbiano riportato ferite e disabilità a vita.

Dolorose e indignate per la loro crudeltà, i soldati organizzarono ripetutamente fughe di prigione. La più famosa è la miracolosa fuga di oltre 20 soldati attraverso un tunnel (lungo 120 m, largo 0,6 m) scavato da soli con cucchiai e pezzi di ferro per molti mesi.

Nel 1995, il sito storico della prigione di Phu Quoc è stato riconosciuto come reliquia nazionale. Questa è la rappresentazione più realistica della brutalità e della barbarie del nemico. Ora la guerra è passata, ma la prigione di Phu Quoc è ancora il ritrovo di soldati e turisti rivoluzionari.

5 miti sulla prigione di Phu Quoc: 1. La prigione di Phu Quoc non è la prigione di Con Dao 2. La prigione di Phu Quoc è una reliquia storica ed è stata interrotta, non più una prigione 3 La prigione di Phu Quoc è stata costruita dai francesi – gli Stati Uniti l’hanno usata, ma i vietnamiti la governavano 4. L’attuale monumento della prigione di Phu Quoc non è l’originale ma è stato restaurato 5. Nella prigione di Phu Quoc, i prigionieri erano solo detenuti ma non sepolti.

Topografia dell’isola di Phu Quoc

Quando ricerchiamo e sviluppiamo il progetto di costruzione dell’Emperor Cruises Phu Quoc, non abbiamo trovato molte informazioni sulla geologia e sulla geomorfologia di questo mare, vorremmo sintetizzarle da diverse fonti per avere una vista panoramica della città insulare di Phu Quoc.

L’isola di Phu Quoc è composta da molte montagne ed è conosciuta come “l’isola delle 99 montagne”, con montagne successive che si estendono da nord a sud, la più alta è il monte Chua (603 m).

Montagne

Phu Quoc è l’isola più grande del Vietnam e l’isola più grande tra le 22 isole dell’arcipelago di Phu Quoc, con molte colline e montagne sovrapposte. Si può dire che le montagne siano la prima caratteristica dell’isola, anche una delle bellezze di Phu Quoc.

A causa della struttura geologica e dell’eruzione vulcanica, le colline e le montagne di Phu Quoc sono per lo più montagne di terra rossa combinate con granito. Le montagne di Phu Quoc sono catene parallele da nord a sud, il nord è più alto e più basso, a sud è un terreno montuoso intervallato da pianure strette con una pendenza media di 15 gradi, e ci sono rami, il più lungo è la catena montuosa di Ham Ninh ( 30 km), seguita dalla catena montuosa Ham Rong (10 km) e dalla catena montuosa Bai Dai.

Inoltre, il nord-est dell’isola è un’area con terreno elevato, la vetta più alta è il monte Chua (603 m), seguito dal monte Vo Quao (478 m), il monte Ong Thay (438 m), monte Da Bac (448 m). Sebbene la montagna non sia molto alta, è abbastanza grande e larga; la combinazione di geomorfologia e vegetazione è sufficiente per immagazzinare l’acqua per creare sorgenti nella foresta che sgorgano tutto l’anno.

Per lo più, l’area delle colline e delle foreste rappresenta il 75% dell’area dell’isola. Gli alberi forestali dell’isola sono una grande flora con circa 900 specie, 600 generi, 200 famiglie. Inoltre, sulle catene montuose è presente un sistema floro-faunistico molto ricco; foreste antiche, foreste primordiali con molti legni pregiati.

Il grande bosco ha fino a 150 specie, 100 generi e circa 40 famiglie; in particolare esiste un tipo di legno specializzato nella fabbricazione di contenitori per salse di pesce, nella costruzione di barche, ecc. Le piante medicinali hanno circa 60 specie, 60 generi, oltre 40 famiglie… hanno contribuito a creare la maestosità e l’unicità dell’isola.

Inoltre, la foresta di Phu Quoc è anche un luogo di riproduzione per animali selvatici di circa 150 specie, 100 generi, quasi 70 famiglie (di cui 23 specie sono registrate nel Libro rosso). Inoltre, ci sono tre sistemi di flora (Malesia, Birmania e Himalaya), che creano una risorsa fitogenetica molto ricca… In generale, si può dire che la foresta di Phu Quoc sta creando una sfumatura ricca e distinta dell’isola.

Phu Quoc National Park

Il Parco Nazionale di Phu Quoc copre più della metà dell’area settentrionale di Phu Quoc. È noto come luogo imperdibile dell’isola per gli amanti della natura.

Con un’estensione di 340.000 metri quadrati, il parco nazionale ospita vari tipi di fauna selvatica, tra cui flora e fauna uniche, foreste sempreverdi e lussureggianti catene montuose. Offre ai visitatori molte cose da fare come escursionismo, campeggio, fotografia e birdwatching.

Per coloro che sono profondamente interessati alla natura, qui potresti avvistare alcune specie rare come languri argentati, lontre, lori lenti, macachi dalla coda lunga e buceri. D’altra parte, se sei una persona più avventurosa, proviamo a mettere alla prova la tua resistenza con un trekking di quattro ore attraverso la fitta foresta.

Sistema di fiumi e laghi

Phu Quoc ha un sistema molto diversificato di fiumi, torrenti e canali, che è molto conveniente per il traffico fluviale e rende l’ambiente e il paesaggio più verdi, più puliti e più belli, e diventa più attraente per le attività turistiche e per i viaggiatori responsabili. Phu Quoc ha due grandi fiumi: il fiume Duong Dong e il fiume Cua Can.

Duong Dong River

Il fiume Duong Dong è il fiume più grande dell’isola di Phu Quoc, originato dalla catena montuosa di Ong Thay (nella catena di Ham Ninh) da est, che corre da un’altitudine di 15 km a a ovest nella città di Duong Dong vicino a Dinh Cau.

Il fiume è alimentato da molti ruscelli in montagna, quindi anche se si trova in mezzo al mare, è ancora un fiume d’acqua dolce per molti mesi, solo l’estuario è influenzato dall’acqua salata in base alla marea.

Come altri fiumi, esistono specie acquatiche d’acqua dolce, soprattutto a monte, di cui l’anguilla è un pesce speciale di Phu Quoc. Il fiume Duong Dong non ha una funzione principale di traffico perché gli abitanti dell’isola ora viaggiano principalmente su strada.

C’è una grande duna alla foce del fiume, nella stagione invernale del vento la sabbia si deposita spesso nel letto del torrente, quindi è più difficile per le barche entrare e via.

Tuttavia, è l’ancoraggio per evitare il vento delle navi. In passato, il fiume era anche il modo per i residenti di addentrarsi nelle profondità dell’isola per guadagnarsi da vivere. Ci sono barili di salsa di pesce su entrambi i lati. Entrando in profondità c’è solo una fitta foresta, non ci sono case, ma lo scenario è molto poetico per le persone che amano il paesaggio.

Duong Dong è il centro della città dell’isola di Phu Quoc, situata sulle rive di questo fiume. Questo luogo un tempo era solo un villaggio residenziale, ora è cresciuto abbastanza ampiamente e ha invaso l’entroterra.

Cua Can River

Il fiume Cua Can nasce dal fiume Cau Trang Cai e da altri piccoli canali che sfociano nella catena montuosa di Ham Ninh, scorre in direzione sud-ovest, attraverso la foresta proibita e Cay Sao e Ba campi, e poi sfocia nel Golfo di Thailandia nel comune di Cua Can, con una lunghezza totale di 25 km. Il fiume è così chiamato perché durante la stagione dei venti da nord, la sabbia spesso si riempie e fa prosciugare il fiume, quindi la gente lo chiama fiume Cua Can.

Le potenzialità del turismo marittimo

Phu Quoc ha pochi venti forti e tempeste, il mare è relativamente calmo ed è una delle zone di pesca più ricche della regione in termini di frutti di mare… Da queste condizioni, Phu Quoc è diventato da tempo un “punto di incontro” per le persone in tutto il paese che vengono qui per attività di scambio economico – culturale – sociale, contribuendo a promuovere lo sviluppo di Phu Quoc come è oggi.

Spiaggia sull’isola di Phu Quoc

Situata al centro di un mare ricco di risorse minerarie circondato da una costa lunga 150 km, la principale attività economica di Phu Quoc è anche legata al mare.

Il mare di Phu Quoc è un mare caldo e poco profondo con abbondanti fonti di cibo, quindi ci sono molte specie marine e le specie di frutti di mare più ricche in Vietnam.

Stream sull’isola di Phu Quoc

La topografia dell’isola di Phu Quoc è piuttosto complessa ed è divisa da molti fiumi, torrenti, colline e spiagge. Questa caratteristica rende difficile l’organizzazione del sistema dei trasporti e delle infrastrutture tecniche, ma crea un paesaggio vivo, bello e attraente con aree che possono essere sfruttate per il turismo.

Le spiagge costiere di sabbia bianca intorno all’isola come la spiaggia di Dai, la spiaggia di Sao, la spiaggia di Kem, le isole rocciose e le spiagge sabbiose nel sud dell’isola, le aree collinari creano condizioni paesaggistiche per gli sport sviluppo turistico, visitando aree piante e animali rari. Paesaggi attraenti come ruscelli e cascate come il torrente Tranh, il torrente Da Ban, il torrente Tien che sono più belli nelle stagioni delle piogge da luglio a settembre perché hanno più acque.

E alcune aree possono sfruttare la costruzione di porti marittimi per servire il trasporto di merci e passeggeri. Inoltre, con la posizione naturale di montagna esistente, è possibile costruire bacini artificiali per fornire acqua alla produzione agricola, servizi, aree urbane e residenti, e aggiungere nuovi paesaggi per attività ricreative e turistiche.

Hon Thom

Hon Thom, conosciuta anche come Pineapple Island, è l’isola più grande dell’arcipelago di An Thoi, situata a circa 5 km a sud della terraferma in volo d’uccello. Hon Thom ha una superficie di ​​circa 3 km², appartenente all’arcipelago di An Thoi con una superficie totale di​​​circa 5,7 km². L’isola di Hon Thom è anche paragonata a una gemma preziosa per la sua meravigliosa bellezza con lunghe spiagge di sabbia bianca e fine, acqua di mare cristallina e fresca e antiche foreste incontaminate, che creano un’armoniosa bellezza tra la foresta e l’area circostante. Il mare attira turisti tutto l’anno.

Hon Thom è l’isola più grande del gruppo di 12 isole a sud di Phu Quoc, circondata da isole: Hon Dam Trong, Hon Dau, Hon Dua, Hon Gam Ghi, Hon Kho , Hon Kim Quy, Hon May Rut Ngoai, Hon Mong Tay, Hon Roi, Hon Trang, Hon Vang, Hon Vong, Hon Xuong (Robinson Island) con il sistema profondo, acque blu, molte rapide belle e fantasiose, la vita marina è estremamente vario e colorato. Inoltre, puoi nuotare in spiagge come: Bai Nom, Bai Nam, Bai Chuong, Bai Trao, … Questo è anche un luogo per l’acquacoltura e l’allevamento di perle, motivo per cui molte persone chiamano Pearl Phu Quoc Island.

Situata nel cuore del vasto mare, l’isola di Hon Thom attira i visitatori non solo per lo scenario delle palme da cocco che proiettano ombre sulla sabbia fine, abbracciando il mare azzurro e sognante, ma anche dalla sua bellezza attraente fin dal primo sguardo che tocca e tutto innamorato a prima vista. Per chi ama l’avventura, può partecipare ad avvincenti attività alla conquista dei pendii rocciosi. Gli ospiti che amano divertirsi hanno a disposizione le funivie e il complesso di intrattenimento Sun World.

Hon Dam Ngang / Hon Gam Ghi

Ogni isola ha la sua affascinante bellezza, nessun altro è uguale nell’isola meridionale di Phu Quoc. Oltre al nome dell’isolotto di Dam Ngang, questo luogo è anche conosciuto dalla gente del posto con molti altri nomi come Dam Ngang o Gam Ghi Island.

Hon Dam Ngang si trova in mezzo a un vasto mare, a circa 20 km dal porto di An Thoi. L’orizzontale di Hon Dam è stato a lungo riconosciuto dagli esseri umani come uno dei luoghi con gli ecosistemi di coralli e anemoni più diversificati in Vietnam.

Il mare qui è estremamente limpido e abbastanza basso, i visitatori possono vedere le creature sul fondo del mare. In particolare le barriere coralline sono vicine alla riva, non c’è bisogno di andare lontano in barca, ma basta lasciare un po’ la sabbia bianca per potersi tuffare e ammirare le colorate barriere coralline. Il tramonto sull’isola di Dam Ngang è incredibilmente bello e incredibile.

Isola di May Rut

Una delle bellissime isole delle bellissime isole dell’arcipelago di An Thoi è spesso visitata come Hon Xuong, Hon Mong Tay, Hon Gam Gi.

In effetti, ci sono 2 isole May Rut nel sud dell’isola di Phu Quoc, May Rut Trong (dentro) e May Rut Ngoai (esterno), ma le più belle e anche l’isola di cui ho parlato in questo articolo è May Rut Trong.

Questa è una delle 5 piccole isole più belle e incontaminate dell’isola di Phu Quoc ed è estremamente amata dai turisti e fa parte del programma di escursioni Emperor Cruises che i passeggeri possono esplorare, scoprire e sperimentare.

On Mong Tay

Questo luogo attrae gli intenditori di viaggi che amano sperimentare la natura selvaggia, l’autenticità e l’unicità di una destinazione. Viaggiatori che amano le attività in mare, grandi momenti per le cornici di Instagram.

L’isola di Mong Tay è una delle 5 isole piccole, belle e incantevoli nel sud dell’isola di Phu Quoc. Nail Island si trova tra l’isola di Gam Ghi e l’isola di Xuong. In passato, sull’isola, c’erano molti alberi di chiodi, noti anche come alberi di gardenia. Ecco perché questo posto si chiama isola di Mong Tay.

L’isola non ha abitanti, quindi l’isola conserva ancora la bellezza selvaggia e generosa che madre natura dona. I visitatori si sentiranno persi nel paradiso delle palme da cocco, del mare blu, della sabbia bianca, del sole dorato, che farà innamorare i visitatori a prima vista.

On Xuong
Il segreto meglio custodito di Phu Quoc

Questa è l’opinione della stampa internazionale come Fobres, CNN (USA), Telegraph e Standard (Regno Unito), Star2 (Malesia) su Hon Xuong, Phu Quoc.

Situato all’estremo sud di Phu Quoc, l’isolotto di Xuong è piccolo e carino come un “paradiso segreto più lungo custodito dell’isola di Phu Quoc che dovresti visitare quest’isola paradisiaca segreta (prima di tutti gli altri fa)” come titolo dell’articolo del Telegraph. Oltre al nome dell’isola di Xuong, questa piccola isola è anche chiamata isola di An Tay dalla gente del posto.

Gentile Xuong, Phu Quoc è un posto molto bello per gli Instagramer e i visitatori possono andare qui in yacht e in crociera. Il mare che circonda e abbraccia Hon Xuong e la natura tropicale di Hon Xuong è bello come nelle foto. La spiaggia, la foresta dell’isola conserva ancora la selvaggia bellezza naturale.

In precedenza, questa piccola isola era considerata un segreto custodito da Phu Quoc, a causa della sua posizione remota, della bellezza poetica dal colore del mare limpido e della lunga spiaggia di sabbia bianca che attirava i turisti. Se vuoi esplorare questa piccola isola di Phu Quoc, puoi andare e tornare in barca solo durante il giorno, perché qui non ci sono alloggi.

La gente del posto chiama quest’isola anche l’isola di Robinson. Basato sul famoso ma immaginario romanzo “Robinson’s Adventures” (Robinson Crusoe). L’isola, la spiaggia e le acque costiere dell’isola di Phu Quoc sono protette perché si trova nella riserva della biosfera marina di Kien Giang.

In effetti, questa Hon Xuong è una delle isole con le spiagge migliori e più pulite di Phu Quoc. L’acqua del mare nell’isolotto di Xuong è molto limpida e anche il mare è molto profondo, fare il bagno è bello, se vuoi scoprire tutta la bellezza, devi guardare dall’alto. Durante le immersioni, dovresti prestare attenzione che ci sono alcune specie di coralli duri e rocce sparse.

Hon Xuong è un luogo ideale per gli appassionati di immersioni per vedere le colorate barriere coralline che si estendono come un tappeto, con molte specie di coralli più preziose e belle rispetto alle barriere coralline dell’isola di May Rut Ngoai . Anche la sabbia qui è molto bella, bianca pura e liscia come polvere, quindi la spiaggia dell’isolotto di Xuong è bella come il paradiso terrestre.

Una cosa speciale è che c’è una grotta molto interessante e grande sull’isola di Xuong, puoi telerilevare completamente questa grotta e ammirare la poetica, molto speciale vista sul mare dalla grotta. Basta ancorare il motoscafo sulla costa rocciosa, “accamparsi” nella grotta, bruciare carbone, grigliare gamberi, grigliare calamari, preparare cocktail freddi e bere all’imboccatura della grande grotta a picco sul mare.

Il mare qui ha un ecosistema estremamente ricco e ricco. Sarai immerso in una grande grotta con scogliere imponenti. Oppure tuffati in mare e guarda le tue mani toccare le barriere coralline, catturare granchi, pesci, ricci, pesci viola… esplora, sogna, scopri, divertiti, rilassati e immergiti nella natura selvaggia, vedi Perché gli occidentali sussurrano a tutti altri qui quando vengono a Phu Quoc.

kien giang

mappa dell'isola di phu quoc

isola di phu quoc

LE NOSTRE ESPERIENZE

La nostra flotta include due esperienze di crociera uniche: la Phu Quoc Discovery Cruises e la Sunset Cocktail and Dinner Cruises. Garantiamo la partenza tutti i giorni, indipendentemente dal numero di passeggeri.

Book Now

    Room Type:
    Check in Date